[home] - [blog] - [i miei libri] - [commenti libri]  
       
 
Governabilità Italia: qual è la realtà?

Quel che nessuno vuole capire, è che sopra ogni cosa il M5S costringe tutti a ripensare ruoli e modi di ragionare. M5S non è minimamente simile a nulla che si sia mai visto in passato, in Italia e tantomeno nel mondo. M5S non è legato a nessuna ideologia in particolare (ma sarebbe stato davvero il caso che Lombardi, appena eletta capogruppo temporaneo alla Camera, si fosse immediatamente dimessa dal suo incarico per le idee espresse, anzi lasciate scritte nero su bianco, sul Fascismo). E’ qualcosa di completamente nuovo. Nuovo!

Da quel che si è visto finora, il M5S è trasversale, propositivo e non violento. Certo è inesperto e giovane, molto giovane, e sicuramente non pronto per governare, mentre è prontissimo per vigilare e fare luce, tantissima luce!, sul Parlamento e tutte le leggi che eventualmente ne usciranno.

Comunque mi trema il cuore per l’enorme responsabilità ora sulle spalle degli eletti del M5S. Mamma mia! Volevamo essere poche decine per vedere con i nostri occhi tutto quel che davvero succede in Parlamento, e invece ci troviamo  ad essere pienamente coinvolti nel problema della governabilità, della stabilità.

Come si può chiedere senso di responsabilità a loro? Non si può, appunto. Ed ogni manovra volta a screditarli, a trattarli come irresponsabili, sortirà solo l’effetto opposto… Detto questo, dato per scontato che più d’uno del M5S svalvolerà, il movimento nel suo insieme piacerà perché sarà portatore di novità che piaceranno a tutti i cittadini in generale: la trasparenza, certo, ma anche la semplicità nel proporsi e confrontarsi con tutti, per la partecipazione democratica ai lavori che, sembra, verrà garantita.

Pensateci… se sarà la base popolare a decidere, al di là della inevitabile confusione sarà proprio difficile, anzi impossibile, che una legge perseguirà gli interessi di pochi, non credete? Con queste premesse, e ben sapendo dove ci han portato le ultime legislature, come si può avere paura del  M5S? Ma vogliamo scherzare?

Quindi è proprio il numero di deputati e senatori a rendere forte il M5S, a dare sostegno a nuove idee. Servirà l’aiuto di tutti perché fin da subito, se il Parlamento potrà lavorare, ci saranno migliaia di cose da valutare, e tonnellate di documenti da leggere, funzioni a cui tutti siamo tenuti a partecipare, a dare una mano. Per questo penso che questo giochino di Bersani e dei Media compiacenti di scaricare sul M5S la responsabilità dei futuri fallimenti con l’idea di tagliarlo fuori alle prossime – eventuali - consultazioni per potere di nuovo insediare la vecchia Politica, si rivelerà solo un boomerang per tutti loro.

Voteremo M5S ancora più numerosi e compatti!

Quindi sarebbe bene che PD, Monti e i cittadini che non credono fino in fondo alla vecchia Politica accettino il confronto con la schiettezza e freschezza di questi M5S. Certo, non conosco ancora questi ragazzi, ma so che sanno di sapere di avere in mano una buona mano di carte come e dove mai è successo. E tutto questo senza nessuna manifestazione di violenza, se non qualche parolaccia, o liberatorio vaffa, e bypassando del tutto le televisioni, fino a ieri ritenute il non plus ultra, il sine qua non per vincere le battaglie elettorali. Non è meraviglioso?

Introdotto il discorso, se le premesse sono quelle di Bersani, beh non serve affatto “quel genere” di governo  che governi, ma un Parlamento  che possa in qualche modo essere responsabilmente costituente per portarci a quelle due/tre cose che andiamo chiedendo da un ventennio: una legge elettorale che assicuri alternanza e governabilità; moralizzazione della politica e dei suoi costi, durissime leggi anticorruzione e taglio dei parlamentari e delle cariche politiche in genere, e risolviamolo ‘sto conflitto di interessi! 

E se c’è modo, cominciamo a mettere on line tutti i costi di Enti Pubblici, Fondazioni, Sindacati, Cooperative, Categorie agevolate, INAIL, INPS, Presidi Sanitari, voce per voce, documenti compresi!

Questo interessava e interessa davvero a TUTTI i cittadini, molto ma molto di più delle tasse e finanche del lavoro. Per ricominciare, è davvero necessario spazzare via tutto il bruttissimo della Vecchia Politica italiana, che purtroppo si è riversato più copioso di quel che si pensava anche in questa legislatura…

Mandiamoli tutti a casa!

Di Claudio Montalti - 12 marzo 2013 alle 10:59:41
Archiviato in Politica/Informazione


AGGIUNGI - Commento
Tuo nome
Domanda AntiSpam: La Capitale italiana?
Messaggio
Attenzione:

I commenti sono moderati. Il tuo commento non apparirà quindi immediatamente. Non scrivere più volte lo stesso commento, per favore, e non scrivere commenti che contengono offese gratuite o che sono penalmente perseguibili.



Invia questa pagina a un amico!  Invia questa pagina      Versione stampabile  Versione stampabile      Stampa questa pagina


 
  (C)Viaggiatorionline [sulla strada] - [acquista] - [biografia] - [contatto]