Storico

Guadagnare con le affiliazioni: non è tutto oro…

C’è un fenomeno particolare dietro l’esplosione di nuovi web, blog compresi, ed è la possibilità di guadagnare qualcosa senza per questo dovere avere una partita iva o una posizione legale dal punto di vista fiscale.

Gli spazi pubblicitari di un qualsivoglia web o blog vengono generalmente affidati ad aziende che riconoscono poi un fisso o una percentuale quando l’articolo o il servizio pubblicizzato vengono poi effettivamente venduti, da una terza parte, attraverso il web o blog stesso.

Dopo fallimentari esperienze con singole affiliazioni (con aziende su web che singolarmente prevedevano questo contratto), fallimentari perché i pagamenti arrivano, se arrivano, molto tardi, un paio d’anni fa abbiamo intrapresa la strada dell’affiliazione unica. Usare un unico mediatore pubblicitario, Tradedoubler, per tutta una serie di affiliazioni, ci era sembrata una buona soluzione. Per di più Tradedoubler è azienda svedese, e non italiana, e ciò si traduceva naturalmente in maggiore fiducia, a prescindere dal fatto scontato che: a- i pagamenti si sarebbero sommati e sarebbero stati ricevuti ogni mese; b- in caso di furbizia di chi effettivamente usufruiva della vendita i nodi sarebbero giunti immediatamente al pettine.

Se non che è successo l’inaspettato. Ho le prove documentate e certificate di quanto dico per cui invito la Tradedoubler a non intentare nessunissima azione legale nei miei/nostri confronti: sarebbe solo tempo perso e l’occasione di inasprire una massa di cattiva pubblicità attorno a tutta questa faccenda.

IL FATTO. Tradedoubler non ci ha riconosciuto il corrispettivo per un volo (5 miserabili euro a confronto di un acquisto di quasi 700 euro). Oltre al danno la beffa: nessuno, né alla sede centrale, né nella decentrata italiana della Tradedoubler, si è MAI degnato di rispondere alle mie/nostre perplessità.

LA CONCLUSIONE. Senza usare paroloni, diciamo che è stato commesso un errore sistematico e siccome ogni sistema informatico/autometico fa quel che gli viene detto di fare… Da aggiungere che l’errore che è stato scoperto solo per coincidenza… Non si effettuano azioni legali per un importo di 5 euro (anche se avendo il tempo di “scavare” ne risulterebbero sicuramente di più, il tutto moltiplicato per le migliaia di web che affidano in esclusiva a Tradedoubler tutti i loro spazi pubblicitari), non esiste, ma una traccia la si deve proprio lasciare, a mಠd’avviso per i naviganti.

Direi, e questo è un consiglio per i web e blog che sono divenuti particolarmente autorevoli, a prescindere dall’argomento trattato, che è davvero il momento di passare da un discorso di affiliazione ad un discorso di vendita impression pubblicitarie, che è la logica di ogni giornale che ha un seguito consistente e fidelizzato di lettori. La tendenza sembra essere confermata da quanto succede al nostro gruppo, dopo una attenta monitorazione delle richieste giunte negli ultimi mesi.

Scritto 22/10/2007

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.